Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

Accedi con ForumConsumatori


Recupero Password Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 64441  Discussioni create: 40105  Messaggi inviati: 260140
Iniziata: 4 settimane fa   Ultimo aggiornamento: 3 settimane fa   Visite: 179

0
0 / 0
Rev.1 Segnala


Buongiorno,


lo scorso novembre ho estino il mio finanziamento settennale con Deutsche Bank, stipulato tramite Poste Italiane.


 


Nel corso di questi 7 anni mi sono trovata in due occasioni  nell’impossibilità di fare fronte alle rate: sono stata disoccupata, regolarmente certificata, due volte nel corso del 2014.


 


Oltre al finanziamento, avevo sottoscritto anche un’assicurazione che mi tutelasse proprio in caso di inabilità o di perdita del lavoro. Ho richiesto (sempre presso l’ufficio di Poste Italiane dove avevo stipulato il prestito)


che mi venisse autorizzata la sospensione delle rate (prevista in caso di disoccupazione) ma il personale presente mi ha comunicato che non si trovava più il mio fascicolo con la pratica di sottoscrizione della suddetta assicurazione e che pertanto non poteva essere applicata.


 


Nel frattempo ho trovato nuovamente lavoro, perciò ho lasciato perdere, non sapendo se la richiesta di sospensione potesse essere applicata per uno stato di disoccupazione retroattivo.


 


Ho provveduto a saldare le posizioni insolute alla prima occasione utile (dribblando tutte le varie agenzie di recupero crediti che nel frattempo mi hanno letteralmente investita)


e ho proseguito nei pagamenti in modo regolare fino al termine previsto del finanziamento (novembre 2018)


 


Qualche giorno dopo aver pagato la mia ultima rata mi sono recata nuovamente presso l’ufficio di Poste Italiane dove avevo stipulato il prestito , allo scopo di sincerarmi che tutto fosse in ordine e che il finanziamento risultasse effettivamente estinto. Ciò mi è stato confermato dal personale presente, con tanto di stampa cartacea della pagina di riepilogo della mia posizione.


 


Ieri, ho ricevuto una lettera da parte della società di recupero crediti (tale Marte qualcosa) che vanta un credito nei miei confronti di circa 2700€ cedutogli da Deutsche Bank.


Come è possibile se alle Poste il mio finanziamento risulta estinto e senza pendenze aperte?


 


Questa gente sta forse utilizzando una vecchia informazione relativa alla mia posizione debitoria (gonfiando l’importo di interessi basati su solo loro sanno cosa) per farmi terrore e cercare di recuperare una somma che io ho già effettivamente pagato?


 


È possibile, e soprattutto, è legale una cosa del genere?


 


 


Lorena Rossi



 

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

E per forza, chiedete prestito all’ufficio francobolli.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Aho!

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Buonasera, oggi sono stato contattato da una società recupero credito ( Nuova Maran srl) per un mio debito con Deutesch bank. Questi mi hanno proposto come unica soluzione quella di effettuare delle cambiali di importo più piccolo a chiusura del debito. Io vorrei sapere perché non si possono fare dei bollettini postali normalissimi invece delle cambiali che non ho proprio voglia di fare. I bollettini io li pagherei senza la spada di Damocle sulla testa delle cambiali.  Grazie a chi mi potrebbe fornire una risposta 

aggiungi un commento
aggiungi un commento


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK

Gentile visitatore,

l'accesso gratuito a questo sito è possibile grazie al presenza di alcuni inserti pubblicitari.

Ti chiediamo gentilmente di disattivare il blocco della pubblicità dal tuo browser e, possibilmente, di sostenerci visitando i siti degli sponsor.

Grazie per la comprensione.

Ok, ho disattivato il blocco su questo sito