Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

Accedi con ForumConsumatori


Recupero Password Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 63646  Discussioni create: 40050  Messaggi inviati: 260009
Iniziata: 4 settimane fa   Ultimo aggiornamento: 4 settimane fa   Visite: 153

0
0 / 0
Rev.1 Segnala


Prima di questa esperienza pensavo fosse io il più sfigato della Terra, poi sto notando che siamo in tanti. Tutto quello che leggo e scrivo posso confermare sulla mia pelle.


L'analisi della fattibilità, circa 3 settimane, anche se da parte mia ho consegnato tutta la documentazione richiesta in 24 ore. In altri paesi per la fattibilità del credito sono un paio d'ore - un paio di giorni, ma va beh non siamo in altri paesi. Ulteriormente per anticipare i loro lunghi tempi ho pagato anticipatamente il costo della perizia dell'immobile, assumendomi il rischio di pagare dalla tasca mia nel caso non fosse accettato il mutuo. Anche così sono passate 3 settimane per inviare da parte loro una richiesta/ una semplice mail al perito di riferimento. Al inizio mi è stato comunicato che il tutto richiede circa un mesetto e poi abbiamo concluso dopo 4 lunghi mesi. Quando chiedevo informazioni al riguardo, la risposta era sempre: "la banca ha i suoi tempi tecnici, non sei solo te". Empatia col cliente zero, trasparenza zero, professionalità zero!


Il perito delegato a fare il sopralluogo valuta la casa ad un importo X, un geometra esterno valuta la casa con lo stesso importo X e l'ufficio tecnico di Milano che non fa il sopralluogo mi svaluta la casa con -20.000€. Va beh,..che ne so io.


Dopo due mesi di perrenne attesa, avevo una nuova abitudine. Chiamare ogni due giorni il Family Banker, perché ormai ero disperato e la proposta d'acquisto era al termine della scadenza e la capparra di 20K a rischio. Loro molto tranquilli invece... i famosi tempi tecnici. Poi ho forti dubbi sulla loro professionalità dell'ufficio tecnico di Milano in generale. Hanno richiesto 4 volte l'estratto conto del garante con il timbro della banca come "metodo di verifica" se il garante esiste da vero :O


Per qualunque richiesta da parte mia inviavo il documento scansionato nell'arco della giornata o in 24 ore, poi da parte loro per un minimo feedback attese di minimo 2 settimane/ un mese. Tempi tecnici, che ne so io...


Inoltre avere per circa 4 mesi un'informazione che il tuo TAEG è 2,7%, poi nell'ultimo giorno prima di incontrare il notaio scoprire che è diventato 3,1%, che l'assicurazione è stata aumentata con +25%, nonostante la casa è stata svalutata con -20K€, tentare di aumentare il periodo da 20 anni a 30 anni, ecc. trovo che anche un usuraio è più onesto. Quando il credito viene finalmente accettato dal famoso ormai ufficio tecnico, anche per la deliberà ho aspettato circa 4 settimane. Mi è stato riferito che alcuni dirigenti dovevano incontrarsi per la mia pratica e deliberare. Ero famoso! E come sempre era il prossimo giovedì. Sempre i tempi tecnici :O


Poi arriva l'incontro con il notaio. Pensavo il calvario fosse finito. Invece no. Arrivai lì, faccio il bonifico dal mio conto corrente con il mio denaro e chiamo come da indicazioni il numero verde Merdiolanum per trasferire il credito accettato al venditore. Sorpresa! Mi rispondono al telefono, "quale credito accettato signore, quale mutuo?". Immaginate l'imbarazzo totale con il venditore, il notaio d'avanti e il telefono in vivavoce. Chiamo il family backer e chiedo spiegazioni. Mi dice che era la colpa del notaio!? Che il notaio doveva mandare un FAX a Mediolanum, che tutto è a posto un giorno prima e che non ci sono problemi. Ovviamente il notaio mi risponde: "carrissimo, tutto è a posto quando vi leggo il documento, firmate i documenti entrambe le parti, il venditore riceve il denaro e io come notaio metto l'ultimo la firma". Giusto, direi! Chiama di nuovo Mediolanum, attese di un'ora al telefono, chiedi il modulo da firmare al notaio, facio la figuraccia d'avanti a tutti per uno servizio che come potete vedere ormai posso scrivere un libro.


E non è tutto. Dopo circa 3 anni di pagare il mutuo regolarmente senza un giorno di ritardo, ecc. l'azienda dove lavoravo viene venduta alla concorrenza e io dovevo spostarmi per lavorare nella nuova sede a 200km. Mando avanti la pratica di dimissione per giusta causa e tra virgolette sono tranquillo in quanto sono assicurato e pago regolarmente ormai da 3 anni circa +30€ mensili di assicurazione Protezione Mutuo. Per circa 2 mesi ricevo anche da INPS qualche soldino per la disoccupazione, però il grande Mediolanum, "la banca intorno a te" (probabilmente deriva dal fatto che non centra mai l'obbiettivo del cliente) mi comunica che NON può procedere con l'assicurazione perché non sono stato licenziato e mi sono dimesso io. Inutile ha spiegare alle scimmie dell'ufficio di competenza Mediolanum che la dimissione per giusta causa è una cosa diversa della dimissione volontaria e che se INPS mi accetta la NASPI come mai la loro assicurazione si fa così tanti problemi. Poi scopro anche le scritte piccole dei vari contratti firmati in precedenza e che nessuno non mi ha parlato delle prime tre mesi di scopertura assicurativa, cioè per i primi tre mesi di disoccupazione non sei assicurato, sei nei guai, non hai uno stipendio, ma la rata dovresti pagarla. Colpa mia come sempre, se ho firmato tanti documenti nell'ultimo giorno prima di andare al notaio. 


Con la surroga invece a Intesa San Paolo (e passare tra l'altro da un tasso variabile 3% a un tasso fisso 1,4% mi da una grande soddisfazione) è stata una passeggiata, sia per la cortesia e la professionalità del personale, che per il loro ufficio tecnico, la trasparenza verso il cliente, tempistiche varie, ecc.


Spero vi sia d'aiuto la mia esperienza. In bocca al lupo a tutti!


aggiungi un commento
aggiungi un commento
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK

Gentile visitatore,

l'accesso gratuito a questo sito è possibile grazie al presenza di alcuni inserti pubblicitari.

Ti chiediamo gentilmente di disattivare il blocco della pubblicità dal tuo browser e, possibilmente, di sostenerci visitando i siti degli sponsor.

Grazie per la comprensione.

Ok, ho disattivato il blocco su questo sito